Cerca nel blog

lunedì 18 settembre 2017

Esce il volume "Io e il Che". Venticinque conversazioni che vertono sulla figura e sull'attualità del messaggio di Ernesto Che Guevara.

foto Archivio Nova Delphi

Dopo la biografia di Pepe Mujica (Il presidente impossibile) il duo Nadia Angelucci e Gianni Tarquini torna a misurarsi con un'altra figura di rilievo del continente latinoamericano. Ernesto Che Guevara venne ucciso nel villaggio di La Higuera, in Bolivia, il 9 ottobre 1967. Fu guerrigliero, politico e teorico della rivoluzione e a partire dalla morte il suo mito alimenterà costantemente gli ideali di rivolta e giustizia sociale. Questo libro ne ripercorre la vita e il pensiero, riflettendo sul tempo presente, attraverso conversazioni con donne e uomini della cultura, della politica, dell’arte che lo hanno conosciuto, amato, studiato o semplicemente incontrato sulla propria strada. Ognuno di loro ci ha raccontato il suo Che.

Ecco l'elenco di quanti ci hanno regalato le loro riflessioni per questo libro:

Invincibile, Letizia Battaglia
“Son todos mercenarios”, Osvaldo Bayer
Ribellarsi è giusto, Miguel Benasayag
Un’urgenza irrinunciabile, Hugo Blanco
Un uomo coraggioso, Enrique Breccia
“Hanno ucciso Che Guevara” , Pino Cacucci
Irriconoscibile anche ai suoi figli, Massimo Carlotto
Non si vince se non si è un po’ Che Guevara, Luciana Castellina
I giovani sono ribelli per natura, come il Che, David Choquehuanca
Il soldato vendicato da una donna, Erri De Luca
Le battaglie perdute sono le più belle, Valerio Evangelisti
Il mio Che, Aldo Garzia
Mi querido hermano, Juan Martín Guevara
“È molto giovane e dolce, ma si vede che è molto decisa...”, Loyola Guzmán Lara
Ernesto Che Guevara sarà sempre una piccola luce, Javier Larráin Parada
Il culto della verità rivoluzionaria, Antonio Moscato
Un cammino aperto, José Pepe Mujica
Che matematico, Piergiorgio Odifreddi
Lettera a Ernesto Che Guevara, Darwin Pastorin
Un disco di Gardel, Mauricio Rosencof
Un’inquietudine irrimediabile, Andrea Semplici
“Sarò vento di libertà”, Paolo Sollier
Lo scheletro No. 2, Carlos Maco Somigliana
Con gli anfibi slacciati , Paco Ignacio Taibo II
“Ser como el Che” , Raúl Zibechi

Nessun commento:

Posta un commento